Bambini nervosi? Devono andare a nanna prima la sera

da , il

    bambino dorme meno

    Il sonno del bambino è prezioso per la sua crescita e per il suo benessere psicofisico, eppure le notti sono sempre meno riposanti. Secondo un calcolo condotto dall’università dell’Australia del sud ad Adelaide, i piccoli dormono circa 73 minuti in meno rispetto a qualche anno fa. La colpa? La vita moderna fatta di stress e tecnologia. Non sono solo gli adulti a risentire delle tensioni quotidiane, purtroppo anche i piccini accusano il colpo.

    Sono esattamente 73 i minuti che i bambini, da zero a 18 anni, dormono in meno rispetto a qualche anno fa. È un valore medio, ovviamente, tenendo conto che gli adolescenti devono riposare 8-9 ore a notte, mentre i neonati durante le prime settimane possono dormire anche 16 ore. Circa un secolo fa, la media dava 10 ore e 20 minuti a notte, oggi invece il riposo non supera le 9 ore e 10 minuti.

    La stanchezza quindi non è solo pigrizia, ma è davvero mancanza di riposo. I neonati non sono ancora toccati da gravi problemi, quelli che invece non chiudono occhio, ed è proprio il caso di dirlo, sono gli adolescenti che tra i 16 e i 18 anni dormono 91 minuti in meno rispetto al secolo scorso. Un’ora e 30 minuti sono davvero un ampio arco di tempo, che si riversa sulla salute, la concentrazione e l’irritabilità del ragazzo.

    È ovvio che la medicina è cambiata. Nel 1897 i medici raccomandavano che i bimbi di 2 anni dormissero 16 ore, oggi invece non bisogna superare le 13. “Un bambino dovrebbe svegliarsi da solo al mattino. Se non lo fa, occorre mandarlo a letto prima”, questo il suggerimento dei ricercatori. Tutti a nanna presto!

    Foto di mitikusa

    Dolcetto o scherzetto?