Bambini in primavera: 10 regole per vivere bene

da , il

    bambina primavera parco

    Le belle giornate fanno già avvertire il profumo di primavera, anche ai bambini. La bella stagione però spaventa un po’ i genitori che sicuramente già intravedono il pericolo allergie. Ma non allarmiamoci, saranno sicuramente di più i benefici per la salute dei piccoli, che non i problemi. Di questo dobbiamo stare sicuri. Le giornate di sole sono sinonimo di benessere, vitamina d, che sicuramente rafforza la formazione delle ossa, buon umore e allegria. Bisogna però seguire qualche piccola regola per sfruttare al massimo i vantaggi di questo momento.

    Italo Farnetani, pediatra e docente a contratto dell’Università di Milano-Bicocca, ha commentato: “Prima regola: passare più tempo all’aperto, ma anche muoversi di più, magari ‘dimenticando’ l’auto per tornare da scuola. Non diamo la colpa alla famiglia che non porta i bambini fuori perché, soprattutto per gli alunni delle scuole elementari e medie, la responsabilità maggiore è legata al fatto di essere costretti in casa per fare i compiti”.

    Vita più attiva per i bambini

    giochi all aperto

    I bambini devono fare più movimento. Ciò non vuol dire solo fare sport, ma anche camminare. Il pediatra ha consigliato di andare, quando possibile, a scuola a piedi e di fare delle gitarelle all’aperto il sabato e la domenica, magari con tutta la famiglia. Ogni giorno, i piccoli dovrebbero passare almeno un’ora al parco, luogo ideale per la socializzazione e per l’aggregazione. Muoversi, inoltre, aiuterà il bambino a riposare meglio e a recuperare il sonno, tipico problema causato dal cambio dell’ora.

    Studiare, ma non troppo

    bambini studio

    I bambini non devono essere sovraccaricati di compiti nella bella stagione e nei weekend. Devono poter giocare e divertirsi. È quindi importante fare i compiti dalle 16 alle 17. “In questa fase, prevale la memoria a lungo termine, perciò è consigliabile effettuare prima i compiti orali, cioè quelli da mandare a memoria, mentre quelli scritti possono essere fatti in seguito. Quando non è molto freddo è utile tenere le finestre di casa aperte anche mentre si studia”.

    Alimentazione più equilibrata

    merenda alimenti

    Se si fa maggior movimento, anche la dieta deve esser studiata in modo più corretto. Prima cosa i bambini devono bere di più. Va benissimo l’acqua e ogni tanto potete concedere qualche bibita gassata (senza esagerare perché caloriche e piene di zuccheri). Per merenda, favorite il consumo di frutta e verdura di stagione, inoltre introducete anche il gelato. Se si temano eventuali allergie alimentari, si devono fare dei test. La cosa migliore è chiedere un consulto al pediatra.

    Per approfondire la tematica, non perdete i nostri approfondimenti:

    Cosa fare con i bambini in primavera: 3 idee facili da realizzare

    Bambini nati in primavera a rischio celiachia

    Sindrome di primavera, colpisce anche i bambini

    Foto di nico.cavallotto, Guido Andolfato, omnia_mutantur