Bambini e vomito: ecco cosa fare

da , il

    Vomito bambini

    Nei bambini il vomito è purtroppo frequente. E’ una reazione gastrointestinale piuttosto violenta: il cibo, o i succhi gastrici, riescono a vincere la forza di gravità e risalire dallo stomaco alla gola per fuoriuscire in modo incontrollato dalla bocca. Le cause possono essere molte (vi abbiamo già parlato dell’acetone ad esempio) ed in caso di episodi frequenti, va ricercata approfonditamente l’origine del sintomo. Ma nel frattempo che fare? Come comportarsi? Voglio darvi questi consigli pratici, perché se non ci siete mai passate con i vostri figli, è importante sapere da prima cosa fare. Il bambino starà molto male in quei momenti e non saprete come consolarlo.

    Raccontategli la verità con voce amorevole, fategli capire che tutto passerà presto. Dopo un primo conato di vomito, vostro figlio riprenderà i colori e sembrerà stare meglio. Voi non cantate vittoria!

    In genere si susseguono più attacchi, anche a distanza di una o più ore. State vicina al vostro bambino che avrà bisogno di essere rassicurato, procuratevi rotoloni di carta ed anche un catino per non farlo spostare fino al bagno.

    Dovete prestare attenzione al rischio della disidratazione: con il vomito si perdono molti liquidi. Se vostro figlio è un lattante dovete assolutamente chiedere aiuto al vostro pediatra. Se è grandicello, invece, dategli da bere poco (un sorso per volta) e spesso.

    Meglio invece il digiuno almeno per 10-12 ore. Ovviamente se si è in concomitanza di febbre, l’antipiretico va somministrato in supposta. Nella maggior parte dei casi, il tutto si risolve in poche ore.

    Altrimenti ci si deve rivolgere ad un medico. Esistono dei farmaci anti-vomito, ma vanno somministrati esclusivamente su suggerimento e prescrizione del pediatra: dosi eccessive ed errate possono avere pericolosi effetti collaterali.

    Dolcetto o scherzetto?