Bambini e separazione dei genitori: psicologia ed educazione

da , il

    bambini-e-separazione

    Bambini e separazione dei genitori. La separazione spesso è vissuta dai più piccoli come un trauma, è quindi importante gestirla con intelligenza in modo da ridurre al minimo le conseguenze sulla loro psiche. Non è affatto detto che i bambini figli di separati diventino necessariamente nevrotici o disadattati, diverse ricerche confermano infatti che molti guasti e conseguenze psicologiche sono dovute piuttosto a un contesto familiare litigioso e irrisolto. Ecco qualche consiglio di psicologia ed educazione per gestire al meglio la separazione quando di mezzo ci sono i bambini.

    Separarsi completamente

    Se si decide di separarsi, lo si dovrebbe fare davvero, senza pretendere spiegazioni da parte del partner una volta fuori casa. Gelosie, possessività, rivendicazioni, ritorni di fiamma fugaci andrebbero rigorosamente evitati, al fine di non ingenerare confusione nei figli, che necessitano di modelli di riferimento stabili.

    Non usare i figli come arma di ricatto

    Accade troppo spesso che i figli vengano strumentalizzati durante la fase di separazione. C’è chi ne rivendica la potestà, chi li usa per controllare il partner, chi ne vuole trarre benefici economici, in ogni caso queste strategie andrebbero evitate, ne va della loro salute.

    Non appoggiarsi sui bambini

    I bambini devono rimanere tali, non cedete alla tentazione di farne dei piccoli confidenti e men che meno di denigrare il vostro partner in loro presenza. Perderete di autorevolezza rischiando di farli diventare dei piccoli adulti, difatti i figli di genitori separati crescono prima.

    Evitare troppi litigi

    Un ambiente eccessivamente carico di tensione compromette lo sviluppo psichico dei figli piccoli di genitori separati, rendendoli insicuri, ingenerando loro pericolosi sensi di colpa, che potrebbero un giorno sfociare in vere e proprie nevrosi. I litigi continui dei genitori compromettono inoltre il sonno dei bambini.

    Non chiedere loro di prendere le parti

    I figli separati non dovrebbero mai essere costretti a prendere le parti di uno dei due genitori, i danni sono molto più seri di quanto si possa credere in un primo momento.

    Non prolungare eccessivamente la separazione

    Se i genitori hanno deciso di separarsi, sarà bene che lo facciano in tempi non troppo dilatati, purché ovviamente siano convinti della loro scelta. I bambini soffrono particolarmente i periodi di stallo, contraddistinti da atteggiamenti contraddittori e confusi.