Bambini e adolescenti, il 20% ha un piercing

da , il

    bambini scuola piercing fumo

    I bambini e gli adolescenti sono amanti della trasgressione. È abbastanza normale che in giovanissima età si abbia voglia di fare qualcosa di nuovo e stravagante, senza avere una reale consapevolezza della propria scelta. Secondo un’indagine realizzata da Eurispes e Telefono Azzurro, il 20% dei ragazzi ha un piercing, vale a dire un adolescente su 5, mentre il tatuaggio è disegnato sul corpo del 7,5 % e il 2,3% ha fatto richiesta alla chirurgia estetica per migliorare il proprio aspetto. Ma vediamo com’è cambiata questa generazione in un solo anno.

    In 12 mesi, sono aumentati del 5% i bambini che hanno un piercing. Quello che più preoccupa non sono tanto queste scelte estetiche, ma i comportamenti a rischio: il 2,1% dei ragazzi ha fatto uso di ecstasy e/o altre droghe sintetiche e l’1,9% di cocaina, le famose “canne” sono state consumate da più del 9%.

    Anche il sesso può diventare un problema: il 12,8% ammette di consumare rapporti sessuali senza alcuna protezione. Il 28% ha dichiarato, invece, di ubriacarsi spesso. Tenete conto che se i 12-15enni che affermano di non ubriacarsi mai sono pari all’83,7%, tra i più grandi il 53,8% dice di ubriacarsi. Ciò vuol dire che quasi 1 su 2 alza il gomito regolarmente.

    Non è finita. Sono diffusi anche i furti: il 13% ammette di aver rubato nei negozi o di essere tentato dal provare. Infine, scarseggia anche l’educazione. È abbastanza normale offendere i genitori, ma anche i propri insegnanti. E, come abbiamo analizzato ieri, sono comuni anche gli atti di bullismo, soprattutto a scuola.