Bambini con problemi emotivi se il papà è depresso

da , il

    daddy helper

    Alcuni bambini possono anche avere dei problemi emotivi se il papà soffre di depressione. Parliamo spesso dei disturbi della mamma, come se fosse l’unica responsabile della salute del piccolo di casa. Non è così e soprattutto non si può pensare che il bimbo non sia toccato anche dallo stile di vita paterno. Un recente studio della New York University ha finalmente affrontato un tema importante, quello dei papà depressi. Ma vediamo insieme che cosa hanno scoperto i ricercatori.

    Per prima cosa sono state coinvolte, per circa 4 anni, 22mila famiglie americane e secondo gli esperti, i bambini e i ragazzi con papà con sintomi depressivi sono più predisposti (+ 15 percento tra i 5 ei 17 anni) a sviluppare problemi emotivi o comportamentali.

    Questa percentuale diventa del 20 percento se entrambi i genitori soffrono di questa malattia. Ma quali sono le cause della depressione paterna? Sicuramente la nascita di un figlio non scombussola solo le donne, ma anche i padri, che possono non sentirsi all’altezza del ruolo. Perdere il lavoro può essere sicuramente un motivo scatenante.

    I bambini percepiscono tutte le emozioni, anche quelle nascoste. La professoressa Anna Oliverio Ferraris, ordinaria di psicologia dello sviluppo all’università La Sapienza di Roma, ha dichiarato: “Vedere un padre, che tradizionalmente mantiene la famiglia, depresso e sfiduciato genera un profondo senso d’insicurezza nei figli, che dalla famiglia, finché sono piccoli, assumono la loro identità”. La famiglia quindi è sempre lo specchio di quello che sta accadendo ai propri figli e per intervenire bisogna prima analizzare i componenti del nucleo, senza trascurare la figura del papà, che negli ultimi anni è diventata sempre più importante.

    Foto di Lucidialohman