Bambini, come difenderli dalle zanzare

da , il

    Bambini, come difenderli dalle zanzare

    Con l’arrivo dell’estate, è importante difendere i bambini dalle zanzare, che tornano puntualmente a disturbare le pacifiche notti estive. Come tutti ben sanno, questi piccoli insetti provocano delle punture molto fastidiose. Come proteggere allora il piccolo? Le zanzare, secondo uno studio dell’Università della Florida, sembrano attratte da lla pelle umana, perchè ricca di vitamina B, colesterolo, acido urico, acido lattico e di acidi grassi. Sembra che siano più a rischio le persone con problemi cardiocircolatori, che si sottopongono a cure per la pressione del sangue o del cuore, e le persone che bevono alcolici o consumano molta carne rossa.

    Prevenzione

    Uno dei metodi migliori per proteggere i bambini dalle zanzare è senza dubbio quello di creare un ambiente naturale, che non le attiri in casa. Gli accorgimenti sono semplici e vi torneranno molto utili, per allontanare questi fastidiosi insetti in modo naturale e low cost.

    Aquista i prodotti antizanzare adatti ai bambini su Amazon

    Non lasciate acque stagnanti nelle vicinanze di casa: sono il luogo preferito dalle zanzare! Applicate le zanzariere per bambini sopra al lettino o quelle per le finestre della cameretta. In questo modo, i piccoli insetti non riusciranno ad entrare, evitando di pungere il piccolo. C’è da ricordare che questo metodo è l’unico possibile, per difendere i lattanti, ossia i neonati con meno di 3 mesi, dalle zanzare. Inoltre, fate attenzione alle gite e alle uscite serali in zone paludose.

    Piante anti zanzare

    Per allontanare le zanzare dagli interni domestici potrete utilizzare delle piante anti zanzare. I geranei, sono una di queste: metteteli sui davanzali delle finestre, per allontanarle. Anche la lavanda è un forte repellente naturale contro mosche e zanzare: è facile da coltivare in vaso e profumerà gli interni con il suo piacevole aroma. E infine citiamo la citronella, che viene anche impiegata per candele, torce e tealight scaccia insetti.

    Sostanze per la pelle del bambino

    Da quando il bambino compie due anni, è possibile applicare sulla sua pelle , gli appositi spray antizanzare. In commercio ce ne sono moltissimi fra cui scegliere ma bisogna prestare attenzione alle sostanze impiegate. In realtà, esistono dei prodotti anche per i neonati sopra i 3 mesi, realizzati con prodotti naturali e atossici, ma è sempre consigliato non farne un uso spropositato. Fra i primi da utilizzare, nella fascia di età compresa fra i 3 mesi e i 2 anni, ci sono quelli con principio attivo al citrodiolo, che assicura una protezione medio-bassa. Dai 2 ai 12 anni, è possibile utilizzare degli spray antizanzare con icaridina, contenuta ad esempio in alcuni tipi di Autan.

    Soluzioni alternative

    Di nuova concezione e molto adatti ai bambini perchè non diffondono alcuna sostanza dannosa, sono gli apparecchi ad ultrasuoni che, grazie alle onde sonore che emettono, sono in grado di allontanare gli insetti.

    Sul balcone di casa o se cenate all’aperto saranno ottime anche le candele alla citronella da abbinare sempre ad altri metodi. Anche i diffusori elettrici o i fornellini sono molto utilizzati.

    Esistono in farmacia o nelle erboristerie specializzate, dei cerotti per difendere i bambini dalle punture di zanzare a base di sostanze naturali come il geranio, la citronella, ecc. Questa soluzione si rivela particolarmente adatta anche ai bambini più piccoli: infatti li si può applicare non solo sulla pelle del bambino ma anche sulla carrozzina.

    Non tutti lo conoscono, l’olio di neem è uno dei rimedi naturali più efficaci contro le punture di zanzare. Inoltre è perfetto anche come dopo puntura, perchè lenisce prurito, rossore e rigonfiamenti. L’unico suo difetto è l’odore, che non tutti lo sopportano.