Bambini: attenzione alle linguette delle bibite

da , il

    I pericoli in casa e fuori sono ovunque, anche negli oggetti più impensati e apparentemente innocui, come le lattine delle bibite. Le linguette sembrano essere tra gli oggetti ingeriti più di frequente da bambini e ragazzi. Le conseguenze sono gravi perché e spesso si rischia di perforare lo stomaco o l’intestino. Questo è l’allarme lanciato dai medici del Cincinnati Children’s Hospital Medical Center (Usa) che hanno dichiarato che in 16 anni ci sono stati, solo nel loro ospedale, 19 casi di ingestione della linguetta.

    Onestamente a mio avviso 19 casi in 16 anni mi sembra poco, però questi medici devono trovare la scusa di polemizzare per qualcosa. Mi piacerebbe sapere quanti sono in totale i casi di indigestione annui. Comunque secondo gli esperti i dati, sottolineano i medici, sono sottostimati per il fatto che molti incidenti non vengono segnalati e si riferiscono soltanto alla realtà locale. Insomma, mi sembrano pericolosi esattamente come i giochi con piccoli pezzi.

    Il problema è che le linguette, come la lattina, sono realizzate in alluminio e questo materiale è più difficile da rilevare per mezzo dei raggi X, utilizzati per esempio per trovare le classiche monete che capita siano ingoiate dai bambini. Per questo motivo, i medici suggeriscono che i genitori dovrebbero essere consci del problema e delle possibili conseguenze, mentre le aziende produttrici dovrebbero studiare un metodo per far sì che queste lamelle siano più difficilmente staccabili.

    Purtroppo il codice Deolotologico dei prodotti è in arrivo, ma non tiene in considerazione questo tipo di problema.