Bambina di 10 anni cacciata dall’autobus perchè aveva un biglietto vecchio

da , il

    bambina cacciata autobus

    Oggi vi raccontiamo un’altra storia che ha davvero dell’incredibile. Una bambina di 10 anni è infatti stata cacciata da un autobus perché aveva con sé un biglietto acquistato prima dei rincari voluti dal Comune. Si parla di 30 centesimi per cui la bambina è stata fatta scendere, da sola, in mezzo alla strada. La madre che l’aspettava nel paese successivo quando non l’ha vista arrivare ha dato l’allarme.

    In questa vicenda stanno intervenendo anche vari esponenti politici tra cui il Presidente della Provincia Leonardo Muraro che ha espresso la sua solidarietà alla famiglia. Pazzesco che il controllore abbia obbligato una bambina che viaggiava sola a scendere dalla corriera solo per 30 centesimi!

    «Forse il controllore non ha mai sentito parlare di Yara Gambirasio, di pedofilia e di quant’altro minaccia i bambini», ha dichiarato Antonio Marziale, presidente dell’Osservatorio sui Diritti dei Minori (Odm) e consulente della Commissione parlamentare per l’infanzia.

    Alessandra Mussolini ha aggiunto: « Per imporre il rispetto di una regola legittima si è fatto un danno maggiore, rischiando di mettere in pericolo la sicurezza della bambina».

    Un’indagine interna è stata avviata dall’azienda di trasporto «La Marca»; lasciando perdere le regole della società di trasporti era ovvio che in questo caso sarebbe bastata solo un po’ di intelligenza!

    Dolcetto o scherzetto?