Babbo Natale non esiste? Come dirlo ai bambini quando ce lo chiedono

da , il

    Babbo Natale non esiste? Come dirlo ai bambini quando ce lo chiedono

    Come si fa a dire ai bambini “Babbo Natale non esiste”? Si può aspettare che lo capiscano da soli, certo, ma a volte succede che anche bimbi molto piccoli pongano seriamente la questione ai loro genitori, perché magari qualche amichetto più avveduto, o un fratello maggiore malandrino gli hanno messo la pulce nell’orecchio. E allora come dirlo ai bambini quando ce lo chiedono? Rispettare la tradizione, e soprattutto continuare a nutrire l’immaginazione del piccolo in modo da non intaccare il suo mondo fantastico oppure essere sinceri e ammettere che Babbo Natale, in realtà, sono la mamma e il papà?

    Esiste Babbo Natale?

    La risposta più scontata è no. Perché nel nostro mondo permeato di scetticismo e prove scientifiche tutto ciò che non si vede non esiste. Ma siamo certi che sia proprio così? L’amore esiste? O visto che non sussistono prove si tratta di una bugia? Una bambina di nome Virginia scrisse al direttore del Sun di New York nel lontano 1897, indispettita dagli amici secondo i quali Babbo Natale era un falso, chiedendo al Sun se avessero ragione. Ecco un breve estratto della lettera di risposta:

    Virginia,

    i tuoi piccoli amici hanno torto. Sono stati contagiati dallo scetticismo di quest’epoca scettica. Credono solo a quello che vedono. Pensano che una cosa non esista se non la possono abbracciare con la loro piccola mente… Tutte le menti, Virginia, quelle degli adulti come quelle dei bambini, sono piccole. In questo nostro grande universo, l’uomo con il suo intelletto è come un insetto, una formica, se paragonato con il mondo infinito che lo circonda e con quell’intelligenza capace di afferrare verità e conoscenza nella loro totalità.

    Sì, Virginia, Babbo Natale esiste. Esiste con la stessa certezza con cui esistono l’amore, la generosità e la devozione, e lo sai che abbondano e danno alla tua vita tanta bellezza e tanta gioia.

    O sono i genitori?

    Detto questo, possiamo ancora dire che Babbo Natale non esiste e che sono i genitori a dargli vita? Molti pediatri affermano che la figura di Babbo sia importante per i bambini ma che tuttavia, quando subentrano i dubbi, sia necessario non mentire. Ma forse la cosa più saggia da fare sarebbe rispondere come quel vecchio direttore del Sun che andò oltre l’apparenza e con parole semplici spiegò a una bambina dubbiosa cos’è Babbo Natale. Ecco un altro estratto da cui noi genitori potremmo prendere ispirazione per affrontare il momento della cosiddetta verità.

    Anche se nessuno lo vede, questo non significa che Babbo Natale non esista. Le cose più vere del mondo sono quelle che né i bambini né gli adulti vedono. Hai mai visto le fate danzare sul prato? Ovviamente no, ma non ci sono prove che non esistano. Nessuno può concepire o immaginare tutte le meraviglie non viste o non visibili del mondo. Potresti fare a pezzi il sonaglio di un bambino per cercare di scoprire che cosa produce quei suoni, ma c’è un velo che copre il mondo invisibile che nemmeno l’uomo più forte del mondo, e nemmeno la forza di tutti gli uomini che hanno vissuto possono strappare. Solo la fede, l’immaginazione, la poesia, l’amore, la passione possono scostare quel velo dalla nostra vista e rivelarci la bellezza sovrannaturale e la gloria che stanno dall’altra parte. E’ reale tutto questo? Oh, Virginia, in tutto il mondo non c’è niente di più reale e duraturo. Niente Babbo Natale! Grazie a Dio esiste e vivrà per sempre. Tra mille anni, Virginia, anzi tra dieci volte diecimila anni, Babbo Natale continuerà a rallegrare il cuore dell’infanzia.”

    Fino a che età si crede a Babbo Natale?

    E allora fino a che età è bene credere a Babbo Natale? La risposta a questo punto è scontata: per sempre.