Babbo Natale: da Santa Claus a San Nicola

La storia del personaggio più atteso ed amato dai bambini

da , il

    Babbo Natale: da Santa Claus a San Nicola

    Chi è Babbo Natale? Una domanda che va approfondita perchè nel mondo ci sono bambini che attendono Santa Claus, chi invece San Nicola e chi ancora Santa Lucia. E’ assai importante capire quindi chi erano tutti i personaggi che rientrano come protagonisti delle festività natalizie, per non essere impreparati alle domande dei più piccoli, ma anche per soddisfare la nostra curiosità di adulti che ancora abbiamo nel cuore la magia del Natale.

    Forse non tutti sanno che Babbo Natale, ossia Santa Claus o NiKolaus è legato alla figura di un uomo diventato Santo perchè difensore dei deboli e di coloro che subiscono ingiustizie.

    San Nicola

    San Nicola

    San Nicola nacque a Patara nel 270 da genitori cristiani molto benestanti, e una volta rimasto orfano divenne prete donando le sue ricchezze alle famiglie con bambini poveri. La sua figura di “portatore di doni” è legata anche ad altri racconti, fra cui anche a quella che narra di tre giovani poverissime e del loro padre a cui San Nicola donò tre sacchi di monete per la loro dote arrampicandosi sul tetto e gettando i sacchi dal camino dov’erano erano state appese le calze ad asciugare.

    Egli viene celebrato la notte tra il 5 e il 6 Dicembre, e porta regali e dolci a tutti i bambini.

    Santa Lucia

    Santa Lucia

    Lucia era una bambina cristiana orfana di padre, che dedicò la sua vita alle persone sofferenti per la promessa fatta alla martire Agata in cambio della guarigione della madre malata. Dopo il suo rifiuto di sposare un uomo che l’aveva chiesta in moglie fu torturata e poi uccisa da una coltellata alla gola, e si narra che prima di essere torturata si tolse gli occhi di cui l’uomo si era innamorato.

    In molte parti del mondo, ma anche d’Italia, è Santa Lucia il personaggio che porta i doni durante la notte tra il 12 e il 13 dicembre, e le leggende legate a questo personaggio cambiano a seconda delle aree geografiche.

    Babbo Natale o Santa Claus

    Santa Claus

    E’ grazie a “A Visit from St. Nicholas”, una poesia di Clement Clarke Moore, uno degli uomini più ricchi di New York, che la figura di San Nicola si trasformò in Santa Claus (abbreviazione di Sanctus Nicolaus), un uomo che lascia i doni ai bambini accompagnato dalle renne Dasher, Dancer, Prancer, Vixen, Comet, Cupid, Donder e Blitzen. Pubblicata con successo nel 1823 sul Troy Sentinel, il testo della poesia venne successivamente illustrato da Thomas Nast che contribuì a far conoscere il mito dell’uomo con la barba bianca amico dei bambini attraverso il Harper’s Weekly.

    Santa Claus di Thomas Nast

    E’ il 1931 quando l’illustratore Haddon Sundblom venne ingaggiato dalla Coca Cola per disegnare Santa Claus come protagonista delle sue pubblicità. Anche Sundblom si ispirò alla poesia di Clement Clarke Moore per dar vita a quello che oggi riconosciamo come Babbo Natale: un uomo paffuto, gentile e dallo sguardo allegro, con la barba bianca e vestito di rosso.

    Haddon Sundblom

    Curioso il fatto che alla morte dell’uomo utilizzato come modello per dipingere le illustrazioni, Haddon Sundblom per anni diede il proprio volto a Santa Claus.

    Haddon Sundblom

    E se i bambini sono grandi e cominciano a dubitare dell’esistenza di questo personaggio, ecco quando e come spiegarglielo secondo il pediatra.