Armi giocattolo e bambini, consigli utili

da , il

    carnevale armi giocattolo1

    Armi giocattolo e bambini, un binomio spesso pericoloso, che rischia di preoccupare i genitori. Sarà il caso di accontentarlo e lasciargli imbracciare il fucile, seppur di plastica e senza pericoli? O non sarà, invece, meglio dirottarlo su giocattoli più costruttivi ed educativi? Questi sono solo alcuni dei mille dubbi che assillano mamme e papà alle prese con la scelta dei divertimenti dei piccoli di casa. Ecco alcuni consigli utili.

    Qualche cautela e regola

    Meglio non impuntarsi optando per un divieto categorico. Le armi giocattolo, se scelte e calibrate nel modo giusto, non vanno bandite senza se e senza ma, anzi. In particolare, il primo aspetto che non va sottovalutato è la sicurezza: anche le armi giocattolo, proprio come tutti gli altri giochi destinati all’intrattenimento dei bambini, devono essere sicuri, cioè realizzati a norma di legge, con relativo marchio di conformità. Marchio CE, obbligatorio in tutta Europa, che ne garantisce la conformità con le norme dettate dalla Comunità Europea e certifica l’aderenza del prodotto alle regole di sicurezza europee.

    Genitori, quindi niente ansia eccessiva, ma nemmeno troppa libertà ai più piccoli. Qualche arma giocattolo può essere concessa ma senza esagerare: meglio non cedere a ogni loro capriccio o richiesta.

    Giocattoli di questo genere, che si tratti di fucili o pistole, spade o simili, per non essere considerati pericolosi al 100%, dovrebbero essere riservati a bambini più grandicelli, che abbiano già compiuto i 5 anni di età. Per fugare ogni dubbio ed evitare ogni rischio, prima di mettere tra le mani dei piccoli qualsiasi arma giocattolo, meglio controllare l’età consigliata sulla confezione.

    Da evitare, sempre e comunque, tutte le armi giocattolo potenzialmente pericolose, cioè che presentino punte un po’ troppo acuminate o bordi taglienti, con cui il piccolo rischia di farsi male o fare male ai compagni di gioco involontariamente. Tutti gli eventuali accessori di piccole dimensioni, dalle frecce ai proiettili, devono avere punte arrotondate e protezioni realizzate con materiali morbidi (sughero o gommapiuma) che non possano essere rimossi dai bambini.

    Consigli utili

    Dopo le regole e le cautele, qualche consiglio utile per aiutare i genitori a gestire al meglio la situazione. Una premessa è d’obbligo: le armi giocattolo, soprattutto le più innocenti, come per esempio le spade in plastica in dotazione ai travestimenti da pirata, non sono da demonizzare e da etichettare come l’anticamera di violenza e aggressività; perché i bambini, grazie alla loro ingenuità e spontaneità, vedono le armi giocattolo come dei giochi, non le caricano di accezioni negative o significati preoccupanti.

    Niente paure di troppo, quindi, ma un po’ di controllo è d’obbligo. Infatti, alcuni bimbi, un po’ più introversi e insicuri, potrebbero sfogare la rabbia utilizzando nel modo scorretto proprio le armi giocattolo. In questo caso, meglio non ignorare il segnale di disagio inviato dai piccoli.

    Dolcetto o scherzetto?