Allattamento: le erbe che rendono il latte più nutriente

da , il

    Allattamento erbe

    Durante l’allattamento può capitare che la neomamma non riesca a produrre un latte sufficientemente ricco e nutriente per il suo bebè. Le cause possono essere svariate, dall’alimentazione fino a problemi di natura ansiosa e stress. Tuttavia, in aiuto alle madri desiderose di vedere il proprio bebè più soddisfatto dopo le poppate, ma senza dover necessariamente far ricorso all’integrazione del latte artificiale formulato, arrivano le cosiddette erbe galattogene. Come dice il nome , si tratta di piante, alcune davvero molto comuni, i cui estratti, assunti sotto forma di tisana o in preparazioni culinarie dalla mamma durante l’allattamento, possono indurre una maggiore e più sostanziosa produzione di latte. Conosciamo queste erbe che la natura spontaneamente ci dona, e le cui virtù sono note fin dall’antichità.

    Le erbe galattogene per un latte più ricco

    Le erbe che tradizionalmente sono state apprezzate per le loro virtù di “potenziatrici” della produzione del latte materno, sono la galega, l’anice verde, il cardo mariano, il finocchio, l’ortica e l’orzo. Il cardo mariano, l’anice e l’ortica possono essere consumati benissimo sotto forma di tisana. Basterà procurarvi in erboristeria le parti della piantina che si devono utilizzare, e poi preparare l’infuso immergendo le erbe nell’acqua bollente, lasciando riposare per un quarto d’ora, e poi filtrando il liquido.

    Una curiosità a proposito del cardo mariano: si chiama così perché secondo la tradizione le piccole macchie bianche sulle sue foglie altro non sarebbero che alcune gocce di latte cadute dal seno della Madonna mentre allattava Gesù Bambino. Un discorso a parte va fatto per il finocchio, perché le tisane sono ormai considerate controindicate durante l’allattamento, e quindi è meglio consumare questo ortaggio fresco in insalate o zuppe. La galega è particolarmente indicata dato che pare sia in grado di aumentare la produzione del latte materno fino al 50% e si consuma solo in infuso.

    Erbe galattogene buone da… mangiare

    Per via alimentare potete consumare il cardo mariano e l’orzo, eccellenti per arricchire zuppe e minestroni, ma anche semplicemente in insalata. Le foglie più tenere del cardo possono essere consumate crude, mentre quelle più dure possono essere cotte al vapore, un po’ come gli spinaci. L’ortica fresca si può centrifugare (due bicchieri al giorno sono sufficienti), ma anche usare come ingrediente per arricchire zuppe, per formare l’impasto dei ravioli o in golose frittate e torte salate. Naturalmente, prima di inserire queste ottime erbe nella vostra dieta da allattamento, ricordate di parlarne col vostro pediatra, evitando assolutamente il fai da te, anche e soprattutto per quanto riguarda le dosi. Vedrete che il vostro neonato popperà di gusto!