Allattamento Inps: permessi e come fare domanda

Le donne che hanno appena partorito o che hanno adottato o accolto un bambino hanno diritto a delle ore di riposo da dedicare all'allattamento. In alcuni casi i permessi retribuiti spettano anche al papà per accudire il figlio nel caso in cui la mamma sia impossibilitata ad allattare il nuovo nato.

da , il

    Allattamento Inps: permessi e come fare domanda

    Lo Stato italiano, tramite l’Inps, riconosce alle neomamme delle ore dedicate all’allattamento. Ma come fare domanda? Le famiglie che hanno appena accolto un bambino, sia naturale che adottivo, durante il suo primo anno di età hanno diritto a permessi speciali per accudire il neonato chiamati “ore di allattamento“. I riposi per allattamento sono concessi per la salvaguardia della salute, data dalle esigenze nutritive, del bambino. Scopriamo cosa bisogna sapere per poterne usufruire e come richiederli all’Inps.

    Cosa sono le ore di allattamento

    Alle donne che hanno partorito è riconosciuta la possibilità di richiedere dei permessi speciali per l’allattamento da utilizzare entro il primo anno di vita del nuovo nato anche in caso in caso di adozione o affidamento.

    Le ore di assenza dal lavoro utilizzate per allattare il bambino godono quindi di un’indennità economica pagata dall’Inps.

    L’indennità per riposi per allattamento dell’Inps sono permessi giornalieri così distribuiti:

    • 2 ore di permesso se la donna lavora 6 o più ore al giorno
    • 1 ora di permesso se la donna lavora meno di 6 ore al giorno

    Nel caso di parto gemellare o di adozione o affidamento di più bambini le ore di permesso raddoppiano.

    Le donne lavoratrici possono quindi allontanarsi dal luogo di lavoro e le ore di permesso sono considerate come ore di lavoro retribuito, con diritto all’indennità da parte dell’INPS.

    Segnaliamo che i permessi speciali per l’allattamento sono calcolati ai fini dell’anzianità ma sono esclusi dalla tredicesima.

    Chi può fare domanda all’Inps per i permessi dell’allattamento

    La domanda per ottenere i permessi per l’allattamento possono essere richiesti da:

    • lavoratrici dipendenti assicurate all’Inps escluse le lavoratrici a domicilio, le colf e le badanti, quelle sospese o assenti dal lavoro e quelle iscritte alla gestione separata dell’Inps
    • lavoratrici agricole a tempo determinato
    • lavoratrici LSU o APU

    I permessi per l’allattamento Inps per il padre

    Non solo la madre ha diritto ai permessi per l’allattamento, poichè anche il padre lavoratore ha diritto alle ore retribuite se:

    • il bambino è affidato solo al padre
    • la mamma lavoratrice dipendente non utilizza dei permessi e non gode di un congedo di maternità o di un congedo parentale
    • la mamma è una lavoratrice autonoma
    • la mamma è deceduta o disabile grave

    Come fare domanda per i permessi dell’allattamento

    La domanda per ottenere i permessi speciali per accudire il nuovo nato deve essere presentata dalla madre al proprio datore di lavoro prima dell’inizio del periodo di riposo giornaliero richiesto, mentre nel caso della domanda da parte delle lavoratrici che ricevono il pagamento diretto da parte dell’Inps esse devono presentare la domanda anche alla sede Inps di appartenenza.

    La domanda da parte del padre deve essere presentata al proprio datore di lavoro e anche all’Inps del proprio comune di residenza o di domicilio.

    La richiesta per le ore di allattamento può essere inoltrata sia personalmente alla sede Inps, attraverso una raccomandata con ricevuta di ritorno o anche tramite un ente di patronato.

    Il facsimile del modulo per la richiesta dei riposi per l’allattamento:

    Spett/le azienda ______________________ ____________________________________ ____________________________________ La sottoscritta ________________________ nata a ___________________ il ____________ dipendente di codesta azienda , ai sensi delle vigenti disposizioni di legge (*) : chiede di potere usufruire dal _______________________ al _________________________ di n. ________ ore giornaliere di riposo per allattamento del figlio _____________________ _______________________ nato a _______________________________ il___ __________ data _________________ firma __________________________ (*) La dipendente può usufruire di n. 2 ore di riposo al giorno, anche cumulative nella giornata, per allattamento del bambino fino al compimento di un anno di età dello stesso. Per parti plurimi le ore sono aumentate a 4. Se l’orario normale di lavoro è inferiore a 6 ore giornaliere il riposo viene ridotto a n. 1 ora al giorno

    La documentazione da presentare per ottenere i permessi Inps

    Per presentare la domanda si devono allegare i seguenti documenti:

      Richiesta per il figlio biologico:
    • Certificato di nascita del bambino o autocertificazione
    • Richiesta per il figlio adottato o in affido preadottivo nazionale:
    • Provvedimento di adozione o di affidamento preadottivo
    • Documento dell’autorità competente con la data dell’ingresso del minore nella famiglia
    • Richiesta per il figlio adottato o in affido preadottivo internazionale:
    • Autorizzazione all’ingresso in Italia del minore rilasciata dal CAI
    • Decreto di trascrizione nel registro di stato civile emesso dal tribunale dei minori o autocertificazione
    • Richiesta per il figlio in affido non preadottivo:
    • Documento dell’autorità competente con la data dell’ingresso del minore nella famiglia
    • Richiesta da parte del padre quando la madre è defunta:
    • Certificato di morte della madre o autocertificazione
    • Richiesta da parte del padre quando la madre è gravemente inferma:
    • Certificazione medica rilasciata dal medico dell’ASL
    • Richiesta da parte del padre quando ha l’affidamento esclusivo del bambino:
    • Provvedimento del giudice da cui risulta l’affidamento esclusivo
    • Richiesta da parte del padre quando la madre lavoratrice dipendente rinuncia ai permessi:
    • Autocertificazione del padre che attesta la rinuncia da parte della madre
    • Richiesta da parte del padre quando quando la madre è una lavoratrice autonoma:
    • Autocertificazione del padre che attesta la qualità di lavoratrice autonoma della madre

    Per maggiori informazioni su come fare domanda per l’allattamento all’Inps vi segnaliamo la pagina del portale Inps relativa all’indennità per riposi per allattamento