Allattamento: cosa mangiare?

da , il

    Sappiamo bene che in gravidanza è molto importante controllare sempre la nostra alimentazione per fornire al piccolo tutti i nutrimenti necessari alla crescita. Nello stesso tempo anche tenere sotto controllo il peso della futura mamme è diventato un punto molto importante.

    Una volta partorito poi, durante l’allattamento, è sempre necessario continuare a porre attenzione su alcuni punti fondamentali: va considerato che una madre che allatta fornisce ogni giorno al neonato circa 500-600 g di latte, che aumentano arrivando fino a 800-900 g.

    E’ utile quindi prevedere un’assunzione corretta di calcio, molto se ne andrà per la produzione del latte, e di ferro per scongiurare problemi di anemia. Sarà anche utile prevedere con il proprio medico un’assunzione di vitamine, indispensabili per l’organismo.

    Da evitare alimenti acidi, che conferiscono al latte una sapore poco gradevole come cipolle, aglio, peperoni, asparagi, cavoli, carciofi. La cosa migliore è quella di mantenere un’alimentazione varia, che non si faccia mancare niente: pasta, verdure, legumi, carne, pesce e frutta.

    Assolutamente vietato cominciare la dieta quando ancora si allatta: il nostro corpo deve abituarsi alla nuova condizione prima di affrontare cambiamenti alimentari.