Allattamento: cosa mangiare per un latte materno nutriente

da , il

    Allattamento al seno

    L’allattamento al seno è un’esperienza emozionate per le mamme ma soprattutto porta dei grandissimi benefici al nostro bambino. La cosa che preoccupa sempre le neo mamme riguarda la loro alimentazione durante l’allattamento: c’è ancora molta confusione su che cosa e bene mangiare e cosa no, tanto che da un recente ricerca spagnola risulta che il 94% delle donne sbaglia l’alimentazione. Troppi o troppo pochi grassi, poche proteine e alimenti che rendono il latte di un sapore sgradevole: ecco i principali errori delle mamme. Quando si allatta è infatti necessario mantenere un’alimentazione varia ed equilibrata, evitando alcuni tipi di cibi e prediligendone altri. Vediamo insieme tutte le indicazioni più utili.

    • Allattamento al seno: cibi da evitare
      Ecco una lista dei cibi che andrebbero del tutto evitati quando si allatta perché nocivi per il bambino o perché alterano il gusto del latte materno: camerbert, cheddar, gorgonzola, pecorino, brie, provola affumicata, roquefort, strutto,lardo, panna, maionese, insalata russa, dado da brodo, ketchup, noce moscata, curry, peperoncino, mitili, molluschi, polpa di granchio, surimi, acciughe salate, acciughe sott’olio, castagne, frutta secca, legumi poco cotti e alcolici.
    • Allattamento al seno: fabbisogno energetico
      Ricordate che mentre allattate non è certo il caso di intraprendere strane diete per perdere i chili accumulati durante la gravidanza. La cosa migliore da fare è calibrare la propria dieta in base alla costituzione fisica della donna, alla sua attività e alla quantità di latte prodotto. Pensate infatti che 100 g di latte prodotto richiedono un dispendio energetico di circa 90 kcal. Facendo questo rapido calcolo riuscirete a capire se la vostra dieta è corretta o se manca qualche nutriente fondamentale.
    • Allattamento al seno: alimenti
      Da non dimenticare che in una donna che allatta la quantità di proteine dovrà essere di circa 17 g maggiore rispetto al quella di una donna che non allatta. Attenzione poi ai dolci che non migliorano la qualità del latte, esattamente come gli zuccheri: altro discorso invece per i carboidrati complessi (pane, pasta, riso) che possono essere tranquillamente consumati.
      • Allattamento al seno: menu
        Per tutti i giorni
      • Colazione: una tazza di latte, 4 fette biscottate o 4-5 cucchiai di cereali tipo corn-flakes, un cucchiaino di marmellata o di miele.
      • Spuntino di metà mattina: un frutto e uno yogurt
      • Spuntini del pomeriggio: frutta con una scaglia di grana o di parmigiano e per il secondo spuntino uno yogurt.
      • Fine pasto: chiudere il pranzo e la cena con un frutto grande o 2 piccoli
      • Prima di andare a letto: 1 bicchiere di latte tiepido e un frutto
      • Lunedì Pranzo Pasta e ceci Insalata mista di lattughino e songino 1 scaglia di grana Cena Sogliola in umido Insalata di lattuga e pomodori 1 panino 1 scaglia di grana
      • Martedì Pranzo Pasta al pomodoro Insalata mista di zucchine e carote 1 scaglia di grana Cena Spezzatino di vitello Bietole lesse 1 panino 1 scaglia di grana
      • Mercoledì Pranzo Pasta e fagioli Insalata valeriana 1 scaglia di grana Cena Branzino al forno Insalata di pomodori con capperi 1 panino 1 scaglia di grana
      • Giovedì Pranzo Risotto alla zucca Insalata iceberg 1 scaglia di grana 1 gelato Cena Fesa di tacchino ai ferri Carote e zucchine al vapore 1 panino 1 scaglia di grana
      • Venerdì Pranzo Pasta e piselli Insalata mista 1 scaglia di grana Cena Platessa in padella Patate 1 scaglia di grana
      • Sabato Pranzo Pasta al pesto (senza aglio o con dosi minime di aglio) Insalata di cetrioli e pomodori 1 scaglia di grana Cena 2 uova alla cocque o sode
      • Domenica Pranzo Lasagne al forno con ragù Insalata di lattuga 1 scaglia di grana 1 fetta di crostata di frutta Cena Prosciutto crudo o cotto Insalata di fagiolini e patate 1 scaglia di grana Spinaci saltati in padella 1 panino 1 scaglia di grana