Alimenti che non devono mancare in gravidanza

da , il

    cibi-consigliati-in-gravidanza

    Quali sono gli alimenti che non devono mancare in gravidanza? In questo delicato periodo la dieta assume un’importanza notevole, è infatti fondamentale fornire all’organismo le sostanze di cui necessita per mantenersi in buona salute, che contribuiranno nel contempo a un sano sviluppo del feto. Un decorso sereno della gravidanza dipende moltissimo dalla corretta alimentazione, quantità e qualità del cibo vanno quindi tenute accuratamente sotto controllo. Latte, frutta e verdura, mandorle, riso integrale, fagioli neri sono solo alcuni degli alimenti di cui non si dovrebbe fare a meno, essendo ricchi di sostanze benefiche tra cui l’acido folico e il ferro, importantissimi per la salute del bebè. Scopriamo quindi cosa mangiare in gravidanza.

    Cibi da mangiare in gravidanza

    Secondo gli esperti l’alimentazione in gravidanza non deve discostarsi eccessivamente da quella a cui si è abituati, bisognerà però aumentare leggermente l’apporto calorico, eliminare i cibi vietati in gravidanza e mangiare in gran quantità alimenti che forniscono sostanze fondamentali per mamma e bambino, come quelli ad alto contenuto di ferro e acido folico.

    Primo fra tutti il latte, ricco di vitamine, sali minerali, proteine e soprattutto calcio, indispensabile per la calcificazione ossea del bambino. A questo scopo contribuiscono anche le vitamine presenti nell’olio extravergine di oliva, senza contare le proprietà benefiche dei suoi grassi, utili per prevenire il diabete gestazionale, che in gravidanza si trasmette da madre a feto.

    Altrettanto importante il riso integrale, ricco di acido folico. Contribuiscono a proteggere l’embrione anche le mandorle, grazie alla vitamina E. E’ bene mangiarle durante tutti i 9 mesi, ovviamente senza esagerare. Infine si consigliano i fagioli neri, ricchi di proteine, magnesio, manganese, ferro e acido folico, insomma un vero elisir di salute per mamma e bambino!

    Cibi consigliati in gravidanza

    Carne e pesce possono rientrare nella dieta dei nove mesi, purchè non crudi, onde evitare il rischio di contrarre toxoplasmosi in gravidanza, anche se per prevenirla, a quanto pare, basterebbe una proteina. Per quanto concerne le carni, andranno privilegiate quelle magre come vitello, manzo magro, pollo, tacchino e cavallo. Medesima raccomandazione per i pesci, importanti in dolce attesa non solo per l’apporto di proteine, ma soprattutto per l’alto contenuto di fosforo, iodio e acidi grassi polinsaturi.

    Da evitare invece il tonno in scatola, i molluschi e i crostacei, in quanto ricchi di colesterolo e sodio. Le uova possono essere consumate non più di due volte a settimana e andranno evitati i formaggi molli come feta, brie e gorgonzola, potenzialmente nocivi. Verdura e frutta, contenendo molte vitamine, sali minerali e fibra, potranno essere consumate regolarmente, con la sola accortezza di lavarle bene.