Alimentazione bambini: perché non devono mai saltare la colazione

da , il

    Alimentazione bambini colazione

    Affrontiamo un argomento centrale nella vita delle famiglie con bambini: l’alimentazione. Se vale il detto “siamo ciò che mangiamo”, a maggior ragione il discorso sarà cruciale per i piccoli in piena crescita. Un giusto nutrimento, con il corretto apporto quotidiano di calorie e di sostanze necessarie all’organismo per svilupparsi in modo armonioso, è sicuramente lo scopo che muove tutti i genitori quando preparano i pasti per i loro figli. E tuttavia, nonostante i buoni propositi, spesso si commettono errori grossolani. Ad esempio, si permette ai bimbi di saltare la colazione, o di consumarla frettolosamente in modo scorretto.

    Ad affrontare l’argomento, sono stati i dietisti dell’Andid nel corso del 23mo congresso nazionale. Puntando l’accento sull’importanza della prima colazione nella dieta di tutti noi, che dovrebbe fornire il15-20% del fabbisogno calorico giornaliero, si è particolarmente insistito sulla sua centralità nell’alimentazione infantile.

    Il pediatra Claudio Maffeis dell’Università di Verona, ha infatti speigato che proprio durante questo pasto il bambino assume sostanze in grado di migliorare la loro capacità di memorizzazione e di concentrazione. Infatti, grazie all’ossidazione dei carboidrati consumati, le prestazioni congitive del piccolo migliorano di molto, con ripercussioni positive sul profitto scolastico.

    Inoltre, proprio grazie a questo primo pasto giornaliero, il bambino avrà meno fame durante il corso della mattinata e il suo spuntino della ricreazione potrà essere meno consistente di quanto sarebbe se dovesse arrivare completamente digiuno a metà mattina. Un frutto sarà sufficiente, invece della merndina piena di grassi e conservanti (sostanzialmente calorie vuote, ma che fanno ingrassare) o del panino ripieno di affettato (troppo grasso, salato e pesante da digerire, che rallenta l’apprendimento).

    Purtroppo i numeri ci dicono che ancora il 9% dei bambini italiani salta del tutto la colazione, il 30% la fa ma “male”, e il 68% assume troppe calorie a merenda. Non stupisce, poi, che un milione di minori sia in sovrappeso, solo nel nostro Paese. Il dott. Maffeis consiglia, per una colazione sana ed equilibrata, che si privilegino i carboidrati (pane, fette biscottate), magari con del latte o lo yogurt, perché questo garantirebbe al piccolo la giusta sintesi di glucosio necessaria al suo cervello per funzionare al meglio durante le prime ore di lezione a scuola.