Aborto spontaneo e mortalità fetale dipendono anche dallo stile di vita materno

da , il

    Aborto mortalita fetale cause

    Sono davvero tante le cause di eventi traumatici come l’aborto spontaneo e la morte fetale, che sanciscono l’interruzione di una gravidanza. Tra queste, particolarmente importanti (perché evitabili) sono quelle che si possono far risalire a comportamenti materni non prudenti, sia durante la gestazione che anche nel periodo immediatamente precedente il concepimento. A parlarne è un accurato studio condotto dall’American College of Obtetricians and Gynecologists che ha analizzato i dati di donne di diverse estrazioni sociali e origini etniche, residenti in cinque stati americani (Utah, Texas, Georgia, Massachissets e Rhode Island).

    Grazie all’indagine, gli scienziati sono giunti ad appurare esattamente le cause di morte perinatale del feto per il 61% dei casi e ad ipotizzarle verosimilmente per i ¾ dei casi. Insomma, un’ottima percentuale, se consideriamo che fino ad ora riuscire a capire cosa potesse aver portato alla interruzione di una gravidanza era possibile solo nella metà dei casi.

    Ma vediamo questi fattori determinanti. Secondo lo studio, che ha analizzato sia le cause fisiche, organiche di aborto e morte del feto, che quelle più legate ai fattori ambientali e allo stile di vita, le principali sono risultate, nel primo caso: anomalie della placenta, anomalie genetiche (cromosomiche), infezioni (come il cytomegaloviris), anomalie del cordone ombelicale, ipertensione della madre, e infine (8% dei casi), patologie pregresse materne come diabete, lupus e disfunzioni della tiroide.

    Vediamo le cause non prettamente organiche, tra le principali: lo svantaggio socioeconomico, l’età materna avanzata, la consanguineità, l’esposizione a fumo passivo, droga e alcool, casi precedenti di aborto spontaneo e appartenenza al gruppo sanguigno AB. Come si può evincere facilmente, sia tra i fattori di rischio organici che tra quelli ambientali o relativi allo stile di vita, molti dipendono dalla madre.

    “Ci sono morti perinatali che possono essere evitate e una donna che sta pianificando una gravidanza è giusto che si prepari a questo evento modificando anche, laddove è necessario, il proprio stile di vita”, afferma George Saade, uno degli autori dello studio, e noi non possiamo che associarci alle sue sagge parole.