Abbronzatura spray in gravidanza: permessa o vietata?

Scopriamo se l'abbronzatura spray in gravidanza è permessa o vietata. In realtà i pareri sono piuttosto discordanti perché alcuni esperti affermano che sia innocua, secondo altri invece può provocare danni sia alla gestante che al bambino, a causa delle sostanze chimiche contenute negli spray.

da , il

    Abbronzatura spray in gravidanza: permessa o vietata?

    L’abbronzatura spray in gravidanza è permessa o vietata? I pareri sono discordanti perché sebbene gli spray abbronzanti non siano ritenuti pericolosi, alcuni di essi potrebbero contenere sostanze potenzialmente nocive durante la gravidanza. Recenti studi condotti dalla European Environment Agency hanno infatti rilevato la presenza di una sostanza detta DHA, Dihydroxyacetone, che reagisce con gli aminoacidi della pelle per farla diventare abbronzata. Il problema è che la sostanza non rimane in superficie ma può essere assorbita dalla pelle, aumentando il rischio di tumori. Tuttavia non tutti gli spray abbronzanti sono necessariamente pericolosi, ma è importante verificare quali sostanze contengono prima di farne uso.

    L’abbronzatura spray fa male in gravidanza?

    L’abbronzatura spray si può fare in gravidanza? Gli abbronzanti di questo tipo suscitano pareri discordanti perché sebbene vengano considerati prevalentemente innocui, perché in teoria le sostanze utilizzate per scurire la pelle rimangono in superficie e non provocano danno alcuno, alcuni recenti studi hanno rilevato la presenza di sostanze chimiche che penetrano la cute, potenzialmente pericolose.

    I risultati non sono ancora stati accertati ma secondo la ricerca gli abbronzanti spray conterrebbero sostanze chimiche dagli effetti non totalmente conosciuti. Per questo in via precauzionale sarebbe meglio evitarne l’uso durante la gestazione, secondo quanto riportato da chi ha condotto la ricerca.

    Altri esperti consigliano di aspettare per l’utilizzo dello spray abbronzante fino alla fine del primo trimestre per essere sicuri di non incorrere in problemi. Il diidrossiacetone (DHA) contenuto nello spray abbronzante reagisce infatti con lo strato esterno della pelle, ma le precauzioni non sono mai troppe quando si aspetta un bambino.

    La cosa più saggia è verificare personalmente quali sostanze include lo spray abbronzante che si intende utilizzare, tenendo presente che molto spesso gli ingredienti sono simili a quelli presenti nelle lozioni abbronzanti, quindi considerati sicuri, purché indicati per il periodo di gestazione.

    Pro e contro dell’abbronzatura spray in gravidanza

    L’abbronzatura spray in gravidanza è ritenuta meno pericolosa delle lampade abbronzanti visto che non comporta l’utilizzo di luce e calore, ma come abbiamo visto può comportare dei rischi dovuti alle sostanze chimiche che vengono utilizzate.

    Rispetto all’abbronzatura naturale il vantaggio riguarda la possibilità di non dover stare troppo tempo sotto il sole in un momento così delicato. E ovviamente l’abbronzatura spray permette di avere un colorito invidiabile anche se non si ha tempo o denaro per andare in vacanza.

    Tuttavia non bisogna sottovalutare i potenziali rischi e valutarli attentamente prima di optare per questa alternativa.

    Controindicazioni

    Le controindicazioni dell’abbronzatura spray in gravidanza riguardano le persone allergiche che potrebbero manifestare delle reazioni alle sostanze contenute nello spray.

    Le persone più predisposte in tal senso sono quelle con la pelle molto sensibile e chiara. Proprio per evitare questi rischi gli esperti consigliano di fare un test prima di procedere con l’abbronzatura del resto del corpo.

    Altro problema, come premesso, riguarda le sostanze chimiche contenute nell’abbronzante che oltre a poter essere dannose per la gestante, possono diventarlo anche per il bebè quando vengono spruzzate nell’aria. Difatti inalandole, la madre può compromettere involontariamente la salute del bambino.