NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

A che età i bambini possono stare a casa da soli?

A che età i bambini possono stare a casa da soli?

Restare soli in casa non dipende solo dalla loro maturità, ma è anche regolamentato da una legge

da in Bambini, Famiglia, Figli
Ultimo aggiornamento:
    A che età i bambini possono stare a casa da soli?

    A che età i bambini possono stare a casa da soli? Una domanda che tutti i genitori si chiedono anche in relazione a fatti di cronaca che denunciano mamme e papà per aver lasciato il figlio solo in casa anche solo per un breve periodo di tempo. La legge prevede che fino ai 14 anni si è potenzialmente passibili di denuncia per abbandono di minori, ma vi sono bambini maturi e indipendenti di cui un genitore può fidarsi. Cosa fare?

    Arriva il momento in cui un genitore si trova nella necessità di lasciare il proprio figlio a casa da solo sentendosi tranquillo anche prima dell’età stabilita dalla legge.

    La normativa che un genitore deve considerare recita che:
    Chiunque abbandona una persona minore degli anni quattordici, ovvero una persona incapace, per malattia di mente o di corpo, per vecchiaia, o per altra causa, di provvedere a se stessa, e della quale abbia la custodia o debba avere cura, è punito con la reclusione da sei mesi a cinque anni.
    La pena è della reclusione da uno a sei anni se dal fatto deriva una lesione personale, ed è da tre a otto anni se ne deriva la morte.
    Le pene sono aumentate se il fatto è commesso dal genitore, dal figlio, dal tutore o dal coniuge, ovvero dall’adottante o dall’adottato.

    Oggi però i minori appaiono essere più autonomi rispetto alle generazioni passate e molti di loro dimostrano di essere in grado di provvedere a se stessi anche senza la presenza di un adulto.
    Il problema è che però nessuno può escludere la possibilità che si verifichi un incidente domestico, e difatti questa normativa si basa sul “reato di pericolo”, ossia sul mettere consapevolmente a rischio la vita o l’incolumità del minore.
    Il genitore che prima del 14 anni di età del figlio dovesse decidere di lasciarlo a casa da solo è imputabile di metterlo in una situazione di possibile pericolo.

    Sorge però spontanea la domanda se a 14 anni un minore sia però effettivamente in grado di affrontare problematiche che potrebbero presentarsi all’interno dell’ambiente domestico.
    Gli esperti consigliano quindi di cominciare a responsabilizzare i bambini già dall’età di 10 anni, presentando loro le soluzioni a dei possibili casi che potrebbero succedere all’interno della casa in modo che acquisiscano sicurezza. Sarà necessario evidenziare anche cosa non va fatto e a chi rivolgersi in caso di pericolo o di aiuto.

    Per chi è interessato all’argomento, raccomandiamo anche la lettura delle istruzioni per far viaggiare un bambino in aereo da solo senza genitori.

    492

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BambiniFamigliaFigli
    PIÙ POPOLARI