6 cose che i bambini hanno imparato a Fa’ la cosa giusta

da , il

    6 cose che i bambini hanno imparato a Fa’ la cosa giusta

    Scopriamo 6 cose che i bambini hanno imparato a Fa’ la cosa giusta, la più grande fiera italiana dedicata allo stile di vita sostenibile e al consumo critico. L’evento, partito nel 2004, si è svolto dal 10 al 12 marzo a Milano e come ogni anno, non sono mancate le occasioni di incontro, scambio e condivisione per bambini, tra letture, presentazioni, attività appositamente concepite per i più piccoli e per gli adolescenti. Ecco allora 6 cose che i bambini hanno imparato durante questa importante manifestazione.

    Fare la spesa intelligente

    La riduzione dei rifiuti inizia dalla spesa ed è importante che i bambini se ne rendano conto fin da piccini, contribuendo ad aiutare mamma in modo “intelligente”. D’altronde bastano pochi accorgimenti per cambiare le cose, a portata di bambini. Ecco qualche esempio:

    - fare una lista della spesa prima di andare al supermercato

    - leggere le etichette insegnando ai bambini il significato delle diverse diciture

    - selezionare frutta e verdura di stagione, possibilmente coltivate nelle vicinanze

    - confrontare prodotti diversi anziché avventarsi sui primi che capitano sott’occhio

    L’importanza del riciclo creativo

    Il riciclo creativo va di moda ed è pure sostenibile perché permette di dare nuova vita ad oggetti e materiali altrimenti destinati alla spazzatura. Nel corso del Fa’ la cosa giusta, i bimbi hanno imparato a creare lavoretti curiosi combinando materiali di recupero con stoviglie in bio-plastica, conciliando divertimento e creatività. Il riciclo creativo è infatti un modo simpatico e semplice per rispettare l’ambiente e ogni momento è buono per dedicarvisi. In casa, per esempio, si possono recuperare vecchi tappi, bottiglie di plastica, bottoni, e riassemblarli con fantasia per creare lavoretti fai da te.

    Scoprire cosa sono la biodegradabilità e la compostabilità

    Durante l’evento si è parlato anche di biodegrabilità, la capacità di sostanze e materiali organici di essere degradati in sostanze più semplici tramite l’attività dei microorganismi, e di compostabilità, la capacità di un materiale organico di trasformarsi in compost tramite il compostaggio. I bambini hanno così imparato a distinguere i materiali biodegradabili da quelli non biodegradabili e hanno scoperto come fare il compost in casa riciclando scarti alimentari, resti di potatura, erba, fogliame, tessuti naturali e altro ancora.

    Avvicinarsi ai segreti delle mele

    La mela è uno dei frutti più amati dai bambini e al Fa’ la cosa giusta i piccoli visitatori hanno scoperto i segreti del frutto più citato della storia. Un ottimo modo per incuriosirli e incoraggiarli ad apprezzare la frutta. Anche se la manifestazione è terminata, perché non riproporre loro, a casa, un percorso simile? Potreste portarli a raccogliere le mele sfruttando l’occasione per raccontare qualche leggenda incentrata su questo frutto. E nel frattempo svelare alcune curiosità: lo sapevate che il melo è l’albero più coltivato al mondo non solo per la bontà del frutto ma perché le mele sono facili da trasportare e conservare?

    L’importanza della cooperazione

    Cosa c’è di più sostenibile della cooperazione? Apprenderlo fin da piccoli aiuta a creare adulti più solidali e disposti a collaborare senza inutili e dannose competizioni. Se n’è parlato a lungo durante il Fa’ la cosa giusta perché in questo ambito è fondamentale agire fin dalla tenera età. Un bambino incoraggiato a competere con i coetanei e a percepirli come nemici da sconfiggere piuttosto che alleati, tende naturalmente a riprodurre questo comportamento in età adulta, con tutte le conseguenze che ciò comporta. Forse, se l’individualismo è tanto diffuso, è anche a causa di un sistema fondato sulla competizione, dimostratosi nel corso del tempo limitato e limitante a livello globale e individuale.

    L’importanza di usare mezzi sostenibili

    Non c’è mezzo più sostenibile della bicicletta che, ai bambini, piace un sacco. Divertente, sicura ma anche rispettosa dell’ambiente. Al Fa’ la cosa giusta si è cercato di aiutare i bambini a usarla bene e in sicurezza, stimolandoli ad utilizzarla. Perché non prendere esempio nella quotidianità ricorrendovi più spesso? Può essere un’ottima occasione per stare insieme, divertirsi, fare attività fisica nel rispetto dell’ambiente.