4 gemelli, è il parto record di una mamma di Torino. I piccoli stanno tutti bene

da , il

    Parto 4 gemelli Torino

    Partorire 4 gemelli non è certo un evento di tutti i giorni, e de è per questo che l’ospedale Sant’Anna di Torino ha felicemente segnalato ai Media l’avvenuta nascita, senza complicazioni, dei quattro neonati figli di Massimo Marzano (39 anni) e di Rosaria Cutrese (30 anni). La coppia di neo genitori è felicissima, anche perché l’eccezionale parto quadri gemellare, evento rarissimo in natura e che si situa, statisticamente, nella proporzione di uno ogni 800 nascite, è davvero andato liscio, seppur prematuro (alla 30ma settimana di gestazione).

    I piccoli, tre femminucce e 1 maschietto, stanno bene, anche se sono, logicamente, molto piccoli – il loro peso va dal chilo e 600 g del più grande al chilo e 170 g del più esilino – e per il momento staranno in incubatrice. Ma respirano autonomamente e già poppano il latte materno, quindi non appena prenderanno un po’ di peso potranno uscire dalla Terapia intensiva. Mamma Rosaria e papà Massimo hanno accolto con gioia l’annunciato arrivo dei gemellini, che si aggiungono agli altri tre figli della coppia, di 3,5 e 7 anni.

    Una bella famiglia numerosa, che entrambi hanno desiderato fin dal giorno in cui si sono scoperti innamorati, come rivelano essi stessi. L’unica preoccupazione, in tanta felicità, è naturalmente di natura economica. Papà Massimo aveva una ditta di elettricista nel comune di residenza, Brandizzo (To), che però è fallita, e mamma Rosaria, che oltre a doversi occupare degli altri bambini, ha anche trascorso l’ultima fase di questa gravidanza a letto, non lavora.

    La coppia attende l’assegnazione di un alloggio popolare da comune, e speriamo che, data la nascita dei gemellini, che aggiunti agli altri fanno sette figli, la nuova casa non si faccia attendere e che anche un nuovo lavoro arrivi presto per il papà. Scommetto che vi piacerebbe conoscere quali nomi i genitori hanno scelto per i neonati… ebbene, sono piuttosto originali, almeno a queste latitudini, essendo nomi anglosassoni: Axel, Tracy, Alyssa e Faith.

    “E’ stata una decisione presa insieme – ha spiegato il papà – Anche i nonni sono rimasti sorpresi, ma quei nomi hanno origini e significati importanti. Uno vuol di Fede, l’altro Padre della pace, un altro ancora Solidità e Fermezza… “ . Intanto, tutti i nostri più affettuosi auguri ai neonati e ai loro genitori!